5x1000-210x300Cari amici,

in questo periodo la nostra Associazione è impegnata nel tentativo di dare una vita il più possibile normale a sei bambini, dai 2 ai 5 anni, che vivono con le loro mamme nell’ Istituto a Custodia Attenuata per Madri della Giudecca. Noi li accompagniamo alla scuola materna, in piscina alla domenica, a spasso in monopattino e in bicicletta il sabato. Stiamo anche formando i nostri accompagnatori, con l’aiuto di due psicologhe della relazione mamma-bambino e, non appena arriverà il caldo, porteremo i bambini in spiaggia.

Il tutto mentre tentiamo disperatamente di far capire ai nostri politici che la riforma (legge 62), che, dal 1 gennaio 2014, permette alle detenute di tenere con sé i figli fino ai 6 anni, è una riforma assurda e penalizzante per i bambini. Una cosa è fare il possibile per non interrompere il rapporto genitori-figli se i primi sono in carcere, favorendo i loro incontri, un’altra è far vivere la carcerazione anche ai bambini.

Il nostro paese, che non è ancora riuscito ad approvare una legge in cui i legami affettivi dei bambini più sfortunati (ad esempio in affidamento) siano rispettati, decide oggi che i bambini non debbano più uscire dal carcere o dall’ICAM a tre anni, per non separarli dalle madri. In queste scelte così contrastanti non c’è logica, non c’è equilibrio e non c’è rispetto vero dell’infanzia.

Poiché tutto il lavoro che facciamo non è finanziato da nessun istituzione, ti chiediamo di sostenerci con il tuo 5×1000, indicando il nostro codice fiscale 94045220277 nella tua dichiarazione dei redditi.

Un caro saluto, Carla Forcolin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Visit Us On FacebookVisit Us On Youtube